News Item


Guarda Tutti Gli Articoli

Impegno per far conoscere Franco Poerio - sabato 1 gennaio 2005 at 19:13

Dasà VV. Il 20 dicembre 2004 si è spento in Busto Arsizio (VA) il dottor Franco Poerio.
Nato ad Arena nel 1923 dal maestro Nicola e da Stella Corrado di Dasà, conseguì la laurea in Medicina presso l'Università di Messina. Nel 1949 si trasferì a Busto Arsizio dove trascorse il resto della sua esistenza terrena.
Oltre che medico molto apprezzato per la competenza e per le grandi doti di umanità nei confronti dei pazienti che gli furono affidati, Franco Poerio fu anche scrittore, saggista, critico letterario, critico d'arte, poeta e storico di notevole spessore.
La Sua imponente produzione letteraria è, però, sconosciuta al grande pubblico perchè in gran parte inedita e in piccola parte edita in proprio a tiratura limitata ("Mihi, parentibus, amicis", come scrisse nella prefazione di molti di questi pregevoli lavori). L'opera principale, al momento, è senz'altro la "STORIA dello Stato di Arena di Calabria" che ha visto la luce, per i tipi della Mapograf di Vibo Valentia nell'agosto del 2003, scritta in collaborazione con il nipote dottor Vincenzo Farina e che ha riscosso unanimi consensi a tutti i livelli.
In essa traspare tutto l'amore di Franco Poerio per la Calabria e per il Suo paese natìo, un rapporto affettivo che la lontananza invece che affievolire acuì e rese ancor più struggente, facendo sì che i ricordi emergessero nitidi, chiari, quasi scolpiti nella Sua mente e nel Suo cuore.
Il risultato è un'opera che, oltre al notevolissimo valore storico, è senza dubbio di gran pregio anche dal punto di vista letterario (Vedi, ad esempio, I capitoli: Momenti di vita arenese, Personaggi e macchiette, Giochi infantili e filastrocche, Etnoiatria e magia ) e glottologico (Vedi, in appendice, il glossario arenese, unico nel suo genere anche se inevitabilmente incompleto ma certamente utile come spunto per ulteriori ricerche).
Possiamo senz'altro concludere, senza timore di essere smentiti (pur consapevoli che il nostro parere potrà essere giudicato di parte per il rapporto affettivo che ci legava al Nostro) che la morte di Franco Poerio rappresenta una grave perdita per Arena, per la Calabria e per il panorama letterario nazionale.
Per fortuna un artista, un letterato non muore mai del tutto ("Non omnis moriar" diceva Orazio) e noi, raccogliendo un'eredità certamente gravosa ma altrettanto stimolante, metteremo tutto il nostro impegno per far conoscere nel tempo al grande pubblico l'imponente, pregevole produzione che ci ha lasciato e che merita senz'altro la più ampia diffusione.

Vincenzo Farina
1 gennaio 2005





Download Versione integrale Libro




home page


Per inviare una tua notizia alla redazione, posta qui:

news per la redazione altomesima




Powered by Web Wiz Site News version 3.06
Copyright ©2001-2002 Web Wiz Guide