Forum Altomesima Online - LA VEXATA QUAESTIO DELLE UNIONI CIVILI
    Forum Altomesima Online

Forum Altomesima Online
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Menł riservato agli utenti registrati - Registrati  

Nota: Per apprezzare le nuove e varie funzionalitą del Forum occorre essere registrati.



 Tutti i Forum
 Editoriale
 Articoli e Notizie
 LA VEXATA QUAESTIO DELLE UNIONI CIVILI
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'č:




Tutti gli utenti possono inserire NUOVE discussioni in questo forum Tutti gli utenti possono rispondere in questo forum
  Bookmark this Topic  
| Altri..
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Admin
Amministratore




Inserito il - 05 febbraio 2016 : 22:46:13  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Admin Invia a Admin un Messaggio Privato Aggiungi Admin alla lista amici
LA VEXATA QUAESTIO DELLE UNIONI CIVILI




Tre sono le questioni fondamentali su cui si dibatte in questi giorni in Parlamento a seguito del disegno di legge Cirinną: 1) quella del disciplinamento giuridico delle unioni civili relative alle coppie omosessuali o alle famiglie omogenitoriali; 2) quella riguardante l'adozione dei figli; 3) quella, la pił spinosa, concernente la fecondazione eterologa assistita da parte di uno dei partner della coppia sia etero che omosessuale, indebitamente indicata con l'espressione "utero in affitto". Queste tre questioni si possono articolare e sviluppare a loro volta in una serie di sotto-questioni.

Questioni giuridiche. - In Italia il problema riguardante le unioni civili sembra nascere dalla modifica apportata all'articolo 5 del ddl presentato dalla senatrice Pd Monica Cirinną. Oltre a riprendere gli articoli 2 e 29 della Costituzione, tale ddl tiene conto anche della Legge 4 maggio 1983, n. 184, la quale al Titolo IV si occupa «Dell’adozione in casi particolari e dei suoi effetti». Dovendo sanare la vexata questio delle unioni civili e di fatto, la senatrice chiede perņ che il comma 1 (lettera b) dell'articolo 44 di quella Legge venga modificato con le seguenti aggiunte: «I minori possono essere adottati anche (..) dal coniuge (aggiunta: "o dalla parte dell'unione civile tra persone dello stesso sesso") nel caso in cui il minore sia figlio anche adottivo dell'altro coniuge» (aggiunta: "o dell'altra parte dell'unione civile tra persone dello stesso sesso") (corsivo nostro). Oltre che per le coppie eterosessuali, il ddl prevede dunque la tutela dei diritti di un minore anche nelle coppie di omosessuali qualora uno o entrambi i coniugi della specifica formazione sociale ne possegga uno o pił di uno, anche adottato. E ciņ attraverso l'istituto di una speciale adozione giuridicamente gią prevista in altri Stati europei e che ad esempio gli Inglesi chiamano stepchild adoption, «adozione del figliastro».

Questioni linguistiche. - Traduzione, come si vede, quella di «adozione del figliastro», poco piacevole (con una forma peggiorativa infatti il tardo latino figliastrum si riferisce al "figlio illegittimo", inteso come "non genuino") alla quale sia Stefano Rodotą che Michela Marzano preferiscono quella meno dispregiativa di adozione coparentale.

...
...

Continua

5 febbraio 2016

Franco Di Giorgi










 Firma di Admin 
Saluti
Amministratore
-------------------
Seguici anche su Facebook:





Abbonati alle notizie del forum


 Regione Piemonte  ~ Prov.: Torino  ~  Messaggi: 587  ~  Membro dal: 18 maggio 2008  ~  Ultima visita: 03 ottobre 2017
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
  Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:

Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000
Questa pagina č stata generata in 0,19 secondi.