Forum Altomesima Online - Bella Ciao da canto popolare a inno internazionale
    Forum Altomesima Online

Forum Altomesima Online
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Menù riservato agli utenti registrati - Registrati  

Nota: Importante per il caricamento avatar (dimensione max 96x96 pixel): chiamate i vostri file d'immagine con nomi che non abbiano spazi; usate solo lettere e numeri !



 Tutti i Forum
 Editoriale
 Articoli e Notizie
 Bella Ciao da canto popolare a inno internazionale
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:




Tutti gli utenti possono inserire NUOVE discussioni in questo forum Tutti gli utenti possono rispondere in questo forum
  Bookmark this Topic  
| Altri..
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Admin
Amministratore




Inserito il - 26 aprile 2015 : 11:12:36  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Admin Invia a Admin un Messaggio Privato Aggiungi Admin alla lista amici


DA CANTO POPOLARE A INNO INTERNAZIONALE
«Bella ciao» e la proposta del Coro Bajolese

Quest'anno, durante la commemorazione serale del 29 gennaio dinanzi al Memoriale di Lace di Donato - fatto dei ruderi di un albergo in cui vennero catturati e poi, altrove, trucidati i Partigiani della 76ª Brigata Garibaldi - prima di intonare la consueta e più che popolare Bella Ciao, Amerigo Vigliermo, fondatore del Coro Bajolese, si è fatto avanti per comunicare ai sempre più numerosi convenuti un'idea.
A fronte del fatto che anche nelle più disparate parti del mondo fra i popoli in lotta è da qualche tempo invalsa l'abitudine di intonare spontaneamente Bella Ciao come un vero e proprio inno alla libertà, alla solidarietà, alla giustizia e alla pace, - ad esempio i sostenitori di Syriza e di Alexis Tsipras in Grecia (2014-15), i difensori dei diritti di Charlie Hebdo in Francia (2015), gli studenti universitari della Sisu in Cina (2014), i giovani turchi di OccupyGezy nella piazza Taksim a Istanbul, in Turchia (2013), gli "indignados" del movimento "Occupy Wall Street" negli Usa (2011) - il maestro Vigliermo ha invitato ad inoltrare a chi di dovere la proposta di assumere ufficialmente, ossia attraverso una legge ad hoc, questo antico canto popolare, ripreso dai Partigiani durante la Resistenza Italiana, come un inno internazionale di fratellanza e d'amore.
Il testo resistenziale a tutti noto di Bella Ciao - ne esistono oramai riprese e traduzioni un po' dappertutto: ad esempio in lingua spagnola, nello stato messicano del Chiapas, e a Cuba - nasce tra l'Appennino bolognese e modenese e venne scritto da anonimi Partigiani. Ma una cosa, ovviamente, è il testo, altra cosa è la melodia. Anche perché sia le parole che la musica di questo canto hanno storie a sé e alquanto complicate.
A quanto pare, il brano affonderebbe addirittura le radici nella cultura yiddish e nella musica klezmer. Si potrebbe far risalire a una canzone del 1919, Koilen, della durata di tre minuti e mezzo, una melodia tipica della musica popolare ebraica dell'Europa dell'est, composta dal fisarmonicista zigano russo Mishka Ziganoff, di Odessa, il quale, sempre nel '19, l'avrebbe eseguita e registrata a New York. Poiché tale melodia ha comunque una cadenza russa, si suppone inoltre che essa prenda spunto a sua volta da una canzone yiddish da titolo Dus Zekele Koilen, ...

continua


BELLA CIAO: DA CANTO POPOLARE A INNO INTERNAZIONALE


Franco Di Giorgi
Ivrea, 26 Aprile 2015




Articolo pubblicato parzialmente sul numero 8 di varieventuali del 22 aprile 2015






 Firma di Admin 
Saluti
Amministratore
-------------------
Seguici anche su Facebook:





Abbonati alle notizie del forum


 Regione Piemonte  ~ Prov.: Torino  ~  Messaggi: 587  ~  Membro dal: 18 maggio 2008  ~  Ultima visita: 26 novembre 2017
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
  Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:

Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000
Questa pagina è stata generata in 0,17 secondi.