Multi Forum Altomesima - emigrazione, perchè?
Multi Forum Altomesima
Multi Forum Altomesima
Home | Profilo | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Altomesima ieri e oggi
 Alto Mesima: Ieri Emigrazione Oggi Emigrazione
 emigrazione, perchè?
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Autore  Discussione   

acquaro
Junior Member

19 Messaggi

Inviato il il 30/05/2007 :  19:26:24  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
grazie admin per aver accolto il mio invito, un tema per tanti aspetti facile da raccontare, ma molto delicato in tutti i suoi aspetti, se non altro per la domanda che nasce spontanea: perchè?, perche tanta gente è costretta ad emigrare....perchè?
le risposte possono essere tante, per scelta come nel mio caso, per necessità, per fuggire da qualcosa o qualcuno, in ogni caso tutte le ipotesi fatte portano a una amara realtà: lasciare gli affetti, il paesino, il vicolo e prendere un treno, che ti porta lontano dai tuoi ricordi, dal tuo vissuto.
naturalmente l'emigrazione oggi è cambiata, le distanze si sono accorciate, per cui cerchiamo di capire quali sono le differenze tra "l'andare via" negli anni '60, '70 ed oggi....
invito tutti gli emigrati a farci conoscere qualche spaccato di vita, i ricordi lasciati, magari qualcuno avrà una poesia nel cassetto scritta di getto e c'è la regalerà, perchè ciò che viene dal cuore, in particolari momenti, è ciò che si sente, è pura emozione da regalare.
una domanda: anche voi come me pensate che le sorti del sud si possano risollevare se tutti tornassimo nella nostra terra? ...
è quello che ho sempre pensato io, andare via, in paesi che offrono esperienze nuove e ritornare arricchiti, per dare un contributo alla nostra terra, attenzione il mio non vuole essere un discorso triste, ma effettivamente, mi è capitato di assistere a scene che non dimenticherò mai, bambini in crisi di pianto che non si volevano staccare dal papà che si apprestava a riprendere il treno per il classico pezzo di pane e la moglie a trattenere le lacrime.
.... quale fenomeno oscuro condanna ancora oggi la nostra gente ad emigrare? di chi è la responsabilita?
raccontiamo le nostre storie, solo in questo modo potremo far capire ai nostri giovani cos'è l'emigrazione
il signor domenico in un altro forum rispondendomi ha detto: sono partito a 11 anni, io l'ho definito un "eroe"... oggi secondo me questo sarebbe impensabile...eppure sono storie vere, da rabbrividire.
chi, emigrato, non ha mai pensato ai vicoli dove si è cresciuto? i giochi "a mianzu olivari?"...a capita, e mi capita di andare a rivisitarli, ma trovo solo campagna abbandonata o ulivi secolari ormai abbattuti...ulivi dove si nascondeva qualche oggetto, dove si allevava qualche cagnolino trovatello....
a presto

lindom
Forum Mod

Estero
74 Messaggi

Inviato il 31/05/2007 :  17:57:15  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Acquaro un bellissimo tema L’ho diviso cosi si puo commentare e rispondere
Con piu facilita’
(1) Perche’ tanta gente è costretta ad emigrare....perchè?
(2) "l'andare via" negli anni '60, '70 ed oggi....
(3) l'emigrazione oggi è cambiata
(4) anche voi come me pensate che le sorti del sud si possano risollevare se tutti
tornassimo nella nostra terra? ...
(5) è quello che ho sempre pensato io, andare via, in paesi che offrono esperienze nuove
e ritornare arricchiti, per dare un contributo alla nostra terra
(6) quale fenomeno oscuro condanna ancora oggi la nostra gente ad emigrare?
(7) di chi è la responsabilita?
(8) chi, emigrato, non ha mai pensato ai vicoli dove si è cresciuto? i giochi "a mianzu olivari?"...

Spero che almeno la maggior parte dei 61 members avranno qualcosa da scrivere, di questi siamo tutti immigrante(i).
Saluti (a presto)
Domenico


Dominic
Torna all'inizio della Pagina

acquaro
Junior Member

19 Messaggi

Inviato il 31/05/2007 :  19:13:10  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
grazie domenico, hai sintetizzato molto bene, hai facilitato la lettura ai tanti amici del forum, voglio rispondere io per primo e al primo quesito che tu elenchi, sperando di essere chiaro,
(1) Perche’ tanta gente è costretta ad emigrare....perchè?
intanto comincio col dire che ormai l'emigrante è cambiato, non vi è più la classica "valigia di cartone", ma "la valigetta col computer"
il meridione negli anni, un pò per mancanza di alternative un po per passione è il classico laureato, la calabria in particolare è la regione con più laureati in italia(fonte istat)essendo anche la regione che offre meno servizi e meno industrializzata d'italia....non cè lavoro e allora...il treno!questo è il motivo "apparente"delle partenze.
economicamente conviene?
-facciamo 2 calcoli
1)AI GIORNI NOSTRI
lo stipendio basta per:
->affitto
->vitto
->macchina
->svaghi
->telefono
<->gli imprevisti non sono ammessi
2)NEGLI ANNI 60/70
c'erano meno esigenze e gli emigrati facevano tanti sacrifici, spesso:
->per "mandare" i soldi alla moglie e ai figli....
->per fare qualche progresso,comprare un pezzo di campagna(all'epoca c'era u baruni:1 parte del raccolto al contadino 4 parti al padrone...schiavitù)
->per costruire una casa, magari anche ai figli che prima o poi si sposeranno
->"pa dota da figgja fimmana"
tutto per i figli pensando che questi non fossero emigrati....e invece....come dici una bellissima canzone....
"partiru i nuastri nonni
partiru i nuastri patri
..e ora tocca a nnui
bene,
torniamo al punto(questa volta non superficiale),perche??
spesso parlo con imprenditori del nord, invitandoli ad investire nelle nostre zone
->risposta:non ci sono le condizioni!!
->domanda:ma a cosa si riferisce?...ci sono invece tanti incentivi, monodopera è specializzata
->cè ********,****** da pagare
da questo nascono altri spunti:
D1-cos'è la ********?
D2-chi la rappresenta?
D3-come si potrebbe lottare?
R1-------un fenomeno che si impone contro lo stato e blocca lo sviluppo?
R2-------può essere rappresentata da tutti coloro che "favoriscono",forti della propria carica"gli amici o gli amici degli amici?"...sfavorendo chi magari ha più diritto?...si parla a tutti i livelli,partendo dal più basso
R3-------non lo so!!!!!
se qualcuno mi potrebbe aiutare a risolvere tutti questi miei dubbi.....gliene sarei grato

tutto legato:sviluppo-emigrazione-politica-fenomeni sociali-crescita culturale..ecc.

per mimmoc,argomento ancora interessante, o si sta divagando?
volevo raccotare una storia di emigrazione,magari la prossima volta
saluti acquaro


Torna all'inizio della Pagina

mimc
Forum Admin

Italy
458 Messaggi

Inviato il 31/05/2007 :  21:28:13  Guarda il profilo di  Visita il Sito di mimc  Rispondi Citando
Caro acquaro e Caro Lindom,

il topic emigrazione, perchè? è inserito all'interno del Forum Alto Mesima: Ieri Emigrazione Oggi Emigrazione; quindi dovrebbe essere una delle tante discussioni (dei tanti topics) che si potrebbero inserire in questo Forum per ragionare sul tema, appunto: "Alto Mesima: Ieri Emigrazione Oggi Emigrazione".

Per cui, penso, dovremmo metterci daccordo su una migliore organizzazione del tema proposto.

a) Quando parliamo di Emigrazione, qui, dovremmo intendere emigrazione dalle nostre zone natie Alto Mesima verso altre località d'Italia e del mondo e non di tutta l'emigrazione dal Sud Italia in generale e, non fare l'errore di equiparare il sud Italia nel suo complesso con le nostre zone interne.
Dovrebbe essere soltanto uno spaccato di sud, sud che sappiamo essere a macchia di leopardo nei suoi pregi e nei suoi difetti.
Altrimenti mi pare si crei confusione.
Cambiare il nome del Forum in Emigrazione Ieri Emigrazione Oggi non potrebbe raccogliere le esperienze ed alcuni vissuti dei forumisti altomesima.

Mi pare, poi, arduo o liquidabile con due parole banali, cercare di rispondere sin da subito al primo punto posto da acquaro "Perchè tanta gente è costretta ad emigrare?" che coincide con il nome che ha dato al topic "emigrazione, perchè?".

le mie due banali parole potrebbero essere:
1. "non ho trovato lavoro in patria"
2. "non ho avuto e nè cercato santi in paradiso"


b) Riuscire a rispondere sul perchè dell'emigrazione odierna od almeno cercare di dare una risposta alquanto condivisa, da coloro che intendono intervenire sul tema, dovrebbe essere il frutto di una analisi e raccolta di esperienze di emigranti e non, del fenomeno migratorio di ieri e poi di oggi.

c) Riuscire a collocare il fenomeno migratorio dalle zone interne verso il nord Italia, verso il mondo e verso le zone a maggior densità demografica come Vibo Valentia, nei nuovi scenari di globalizzazione dell'economia.

E qui mi pare intervenga una nuova variabile che si chiama migrazione verso le città in generale.

Invito quindi lo stratega delle scalette tematiche mr Lindom a riformulare la scaletta tenendo conto anche dei miei suggerimenti.

Saluti
mimc

Clicca qui per entrare in chat

Torna all'inizio della Pagina

lindom
Forum Mod

Estero
74 Messaggi

Inviato il 02/06/2007 :  14:56:11  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
mimc la ringrazio delle sui suggerimentie le capisco per bene .
Io ho risposto su acquaro ,uno delle mie topic Che eventualmente mi volevo esprimere la mia opinione basata su esperienza personale e' proprio le migrazione verso la citta' Vibo Valentia (tenendomi dentro l'ambiente delalto mesima.siccome questo tema non era pronto per stasera' vi srivero' una risposta con le mie opinioni che spero tu mimc sarai capaci aiutarmi ad interpretare .
saluti Domenico Scaturchio


Dominic
Torna all'inizio della Pagina

acquaro
Junior Member

19 Messaggi

Inviato il 04/06/2007 :  16:22:21  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
lindom aspetto di leggere una tua risposta e/o storia, per rispondere
saluti a tutti
Torna all'inizio della Pagina

lindom
Forum Mod

Estero
74 Messaggi

Inviato il 05/06/2007 :  16:36:08  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Caro Acquaro,
(1) Perche’ tanta gente è costretta ad emigrare....perchè?
La mia opinione osservando la situazione da 12000 km a sud est di Dasa’.
Negli anni 60-2007 il 90% dei giovani ha studiato e ottenuto diplomi e laure.
Questo è stato un bene, pero’ non tutto il 90% ha potuto ottenere impieghi nelle nostre zone, che e’ successo? i piu bravi hanno ottenuto qualche impiego al nord, tanti son partiti al nord e hanno dovuto fare dei lavori qualsiasi; cioè con le braccia.
Al nord l’hanno fatto ma nelle nostre zone no. Come io professore vado a raccogliere ulive o aiutare il padre artigiano? no io passeggio tanto le mille lire me li danno oggi sono Euro 50 minimo.
Quindi abbiamo noi stessi creato questa situazione perche’ anche i figli che non volevano studiare l’abbiamo spinti verso la laurea. Un carpentiere, idralico, elettricista, operaio e u Zappaturi son tutte laure ma siccome nelle nostre zone ci vergogniamo sta ancora oggi succedendo il fenomino dell’emigrazione.
(2) I sindacalisti si son venduti per 33soldi come giuda.
Nel senso che si son compromessi ai datori di lavoro quindi l’operaio è rimasto preso dal sedere, e’ solo buono quando i sindacalisti per prendere più potere or diventare onorevole tinculo chiama ai sui per protestare.
Anche adesso negli ultimi dieci anni con lo sviluppo di vibo le buste paghe son diminuite. La media busta paga al mese E’ DI EURO 600.
Per l’impiegato è di euro 1150.
Come si puo vivere? quelli che hanno scelto di emigrare dai piccoli paesi verso vibo non so come ce la fanno pagando l’affitto che in media è euro 300 al mese.
Quelli che son rimasti nei paesi almeno tutti non pagano l’affitto, ma dici tu ci sono le spese dei viaggi? e se invece di viaggiare con una macchina ognuno, si viaggiasse con una macchina ad uso comitiva.
(3) Tanti purtroppo vorrebero fare qualcosa ma non possono (il solito problema che ancora oggi continua)
Per stasera finiso
Continuero
Saluti Domenico


Dominic

......................................
Clicca qui per entrare in chat
Torna all'inizio della Pagina

acquaro
Junior Member

19 Messaggi

Inviato il 06/06/2007 :  20:49:50  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
caro lindom, anche io sono figlio di operaio, famiglia numerosa, unico stipendio, tanti....ma tanti sacrifici fatti dai miei genitori per garantirci una vita dignitosa, per mantenerci agli studi, alla fine sono arrivati cosiddetti "pezzi di carta"..diplomi, lauree, solo adesso che sono nel difficle mondo del lavoro apprezzo ancora di più gli sforzi e le rinunce dei miei.
anche io, ma solo per scelta ho deciso di fare una lunga esperienza al nord, è stato duro il primo viaggio, ad ogni casello autostradale mi dicevo.....torno indietro, ma alla fine ho fatto una scelta, un nord che offre tante possibilità, ma le porte non mi sono state aperte perchè ho il pezzo di carta, ma solo perchè "mi sono sporcato le mani" e nei momenti più duri, facevo qualsiasi lavoro, dal barista al venditore di polizze assicurative, cosa voglio dire con questo:
bisogna avere l'umiltà!come dici tu, la gente spesso pensa che essre laureati vuoldire avere un lavoro in tasca...non è vero!il lavoro si cerca dove cè e piano piano con l'esperienza si raggiunge l'obiettivo, esperienza lavorativa, di rapporti umani ecc...
certo, ci sono tanti laureati, secondo me ultimamente in italia si regalano le lauree (e forse anche in europa)allora manca quella selezione naturale...chi è bravo va avanti, quindi tutti a studiare e i muratori?....sempre meno, elettricisti non se ne trovano, idraulici??....bisogna prenotare 2 mesi prima.
non lo so cosa farei se tornassi indietro...
il reddito da noi è basso, ma anche il costo della vita, del resto ammettiamolo pure...cè tanto assistenzialismo, ma fino a quando durerà....ancora per pochi anni,penso allora si tornerà ai mestieri, magari amigrando, ma sappiamo tutti quanto guadagna un idraulico bravo al nord, a quel punto ne varrebbe la pena.
magari ci sarà un cambiamento della classe politica....ma prima dobbiamo prendere coscienza che gli attuali amministratori non sono capaci di progetti per lo sviluppo, la loro bravura sta ne "comparaggio"....che continua a tenere la nostra zona nello stato attuale.
gente nuova, con coraggio, magari rischiando in prima persona, ti assicuro che queste persone ci sono,ma ancora pochi gli danno fiducia...."pecchi no ssu cumpari"
ciao lindom, interessante argomento, inviterei a partecipare cristian, many,mimmoc, enzo farina ("cumpare" nel senso buono del termine) e gli affezzionati che leggono
Torna all'inizio della Pagina

Cristian Greco
Junior Member

Calabria
29 Messaggi

Inviato il 11/06/2007 :  19:53:28  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Cristian Greco  Rispondi Citando
Ti confesso che a leggere le tue parole mi sento ribollire il sangue nelle vene e i capelli drizzarmisi in testa! Spero di aver capito male io! Che vorresti dire con:
"ci sono tanti laureati, secondo me ultimamente in italia si regalano le lauree (e forse anche in europa)allora manca quella selezione naturale...chi è bravo va avanti, quindi tutti a studiare e i muratori..."?

Sanno tutti benissimo chi è mio padre, che prima di avere il posto da bidello ha fatto anche lui mille lavori per poter andare avanti e per garantire un futuro a me ed ai miei fratelli.
E secondo te quando lui mi ha detto che se volevo potevo andare all'università e vedere fin dove sarei arrivato, che cosa avrei dovuto dire? No, grazie vado a fare l'elettricista? Che c... di risposta sarebbe stata, e come l'avrebbe presa lui?
Senza nulla togliere a muratori, elettricisti, idraulici e così via (tra l'altro ho tantissimo amici che svolgono queste ONOREVOLI PROFESSIONI) cosa succederebbe se tutti fossero "mastri"? il mercato collasserebbe quanto meno!
Se tu facessi sempre i lavori da te, cosa che sicuramente fai quando possibile, come tirerebbero avanti i muratori, gli imbianchini eccetera eccetera? Te lo sei mai chiesto?
Se tutti la pensassero come te la società sarebbe allo sfascio!

Un'altra cosa che mi tocca molto da vicino...
Con l'inaudito numero di riforme dello studio universitario, la laurea che mi sto SUDANDO non vale neanche la metà di quella di mio fratello. E la situazione non migliorerà di tanto dopo aver fatto altri 2 anni per la specializzazione. In pratica invece di studiare 4 anni, come succedeva prima per la maggior parte dei corsi di laurea, sono costretto a studiare 5 anni e non vengo neanche equiparato ad un vecchio laureato!
Sfido io a dire che le lauree te le regalano, da fuori non sai cosa vuol dire avere a che fare con moduli, crediti, debiti, esoneri, esami...
OH, NON SCHERZIAMO VIVIAMO IN UN PAESE DOVE NON TI REGALANO NEANCHE L'ARIA E TU DICI CHE REGALANO LE LAUREE?
MA CHE DISCORSI SONO?
VIENMELO A DIRE IN FACCIA CHE MI REGALANO LA LAUREA!!!!

Dasavuati di tutto il mondo, UNITEVI!!!

Modificato da - Cristian Greco il 11/06/2007 20:00:42
Torna all'inizio della Pagina

acquaro
Junior Member

19 Messaggi

Inviato il 12/06/2007 :  20:53:47  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
ingegneriaArcavacata di Rende - Università degli studi della Calabria

lauree vecchio ordinamento si laureava in corso l'1,63%
Ingegneria civile - CDL iscritti 122, laureati fuori corso 120

lauree nuovo ordinamento si laureano in corso il 62,7%
INGEGNERIA - LS iscritti 59, laureati fuori corso 22

i numeri parlano da soli (DATI MIUR)

per quanto riguarda elettriciti e muratori, volevo solo dire prima di intraprendere la carriera universitaria, pensateci bene, anche se è molto più semplice arrivare al traguardo, ma cosa vi offre a livello lavorativo?
se poi si ha la voglia e la convinzione...che ben venga, non volevo dire jamu tutti o mastru, non sarebbe giusto, forse ho esegerato con "le lauree le regalano", una provocazione
sul "vienimelo a dire in faccia", ti lascio il il mio indirizzo mail se ti va di confrontarti sull'argomento waliberta@libero.it
saluti a tutti
Torna all'inizio della Pagina

lindom
Forum Mod

Estero
74 Messaggi

Inviato il 13/06/2007 :  17:04:12  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
spero che ritornate sulla strada vecchia cioe "emigrazione"
io non ho parlato affatto delle mie condizioni perche' non son affari di nessuno anzi non gliene freca a nessuno la mia storia.Quindi il 5 jugno ho incominciato,
sperando che ognuno cia qualche cosa da contribuire per poter aiutare a rigiovenire la nostra bella amata terra.
Domenico Scaturchio

Dominic
Torna all'inizio della Pagina

lindom
Forum Mod

Estero
74 Messaggi

Inviato il 15/06/2007 :  17:16:32  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Dai scrivete qualcosa
ansi se mi mandate altru mundu son contento, perche vuol dire che ce gente che legge
Saluti
Domenico Scatrchio

Dominic
Torna all'inizio della Pagina

acquaro
Junior Member

19 Messaggi

Inviato il 16/06/2007 :  13:58:51  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
chiedo scusa della mia assenza, visto che dovrei essere io a movimentare questo tema, qualche momento di riflessione e ricerca nella memoria per raccontare o scrivere qualcosa, sperando di non uscire fuori tema, un saluto particolare all'affezionato lindom
Torna all'inizio della Pagina

mimmo_scarmozzino
Junior Member

Calabria
20 Messaggi

Inviato il 05/07/2007 :  21:11:13  Guarda il profilo di  Visita il Sito di mimmo_scarmozzino  Rispondi Citando
Acquaro Limpidi Social Club
26 Henry Street - Northcote - Victoria 3070
Presidente: Comito Giuseppe

l'indirizzo sopra riporta una associazione di calabresi in australia, chiedo a lindom,peter carnovale e chiunque scrivi o legga questo messaggio dal nuovo continente di contattarli di invitarli a dare un contributo a questo sito, sarebbe interessante scambiare qualche opinione anche con loro.
mimmo scarmozzino

Torna all'inizio della Pagina

lindom
Forum Mod

Estero
74 Messaggi

Inviato il 10/08/2007 :  14:55:39  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
caro acquaro,
hai perso la voglia di riprendere il soggetto sll;emigrazione?
saluti Domenico Scaturhio

Dominic
Torna all'inizio della Pagina
   Discussione   
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Multi Forum Altomesima - © 2002 -2008 Altomesima Online
Questa pagina e' stata aperta in 0,11 secondi. Superdeejay.net | Snitz Forums 2000