Multi Forum Altomesima - La gloria di Monteleone negli scritti di Tripodi
Multi Forum Altomesima
Multi Forum Altomesima
Home | Profilo | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Dasą
 spazio free
 La gloria di Monteleone negli scritti di Tripodi
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

mimc
Forum Admin

Italy
458 Messaggi

Inviato il il 16/02/2005 :  19:32:24  Guarda il profilo di  Visita il Sito di mimc  Rispondi Citando
Presentato presso il Convitto nazionale "Gaetano Filangieri" il volume curato dal Sistema bibliotecario vibonese
La gloria di Monteleone negli scritti di Tripodi
In ventotto piccoli saggi la ricostruzione della storia e della cultura di una comunitą


Vibo Valentia. UNA Monteleone inedita con la storia di tanti suoi figli umili e potenti, ricchi e poveri, ci č stata restituita alla memoria dall'opera di Antonio Tripodi con la presentazione del volume "Scritti e Documenti per la storia del monteleonese", a cura del Sistema bibliotecario vibonese, presso il Convitto nazionale "Filangieri". Antonio Tripodi, nato a Dasą nel 1934 dove abita ed opera, laureato in Ingegneria, gią sindaco del proprio paese, č stato docente dell'Istituto tecnico industriale, attualmente deputato di Storia patria per la Calabria, e vice direttore dell'Archivio diocesano di Mileto autore di numerose pubblicazioni, giorno dopo giorno con pazienza certosina, ha realizzato questo nuovo libro con vigore scientifico e storiografico, per regalarci vivide pennellate di colore di un mondo perduto e lontano.
Il libro č composto da una raccolta di 28 piccoli saggi che hanno per tema la storia religiosa, che nelle confraternite trovava linfa vitale, la storia civile ed economica che vedeva nel commercio della seta o nella vendita del pesce momenti di reale importanza, di tanti nostri paesi intorno l'antica Monteleone, come Dasą, Soriano, Pizzo, Briatico, Serra, Tropea, tra il 1600 ed il 1800. La storia dei piccoli contrapposta a quella dei grandi, dei soldati che morivano per i signori, delle sofferenze dei tanti che persero tutto nel terremoto del 1783, come ha precisato Giacinto Namia, presidente della delegazione Carlo Diano: «Il presenteci sollecita a chiedere al passato che bussa sempre alla memoria,per capire chi siamo. La storia che nasce dalle piccole cose attraverso la ricerca paziente ed amorevole di certificati di matrimoni, nascite, testamenti, che fotogrando piccole quotidianetą di un tempo danno uno spaccato autentico di una parte della nostra civiltą. Di una Calabria che guardando alle sue radici trova il riscatto di una visione di sč passiva ed inerte». Tutto ciņ č presente nel libro di Antonio Tripodi, che dopo un lavoro decennale negli archivi ecclesiastici e civili della Calabria, č riuscito a restituire certezza alla storia del territorio, rimettendo al giusto posto i tasselli di un mosaico ricco di luci ed ombre. «Come da un seme nascosto nell'oscuritą della terra nasce alla luce una tenera pianta, cosi dall'ombra e dal silenzio degli archivi nasce il frutto della conoscenza del passato per non renderlo materia morta,ma ancora viva e pulsante», ha sottolineato Don Filippo Ramondino, direttore dell'Archivio storico diocesano di Mileto. Ad Antonio Tripodi, generoso figlio di una Calabria che non vuole dimenticare, il grazie sincero di chi, nella sua indofessa opera, vede lo specchio del proprio passato e radici.


Anna Barbara Chiarella
16 febbraio 2004
fonte: il Quotidiano della Calabria Online

  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Multi Forum Altomesima - © 2002 -2008 Altomesima Online
Questa pagina e' stata aperta in 0,31 secondi. Superdeejay.net | Snitz Forums 2000