Multi Forum Altomesima - Scala ed i suoi salvano 151 migranti curdi
Multi Forum Altomesima
Multi Forum Altomesima
Home | Profilo | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 I migranti
 L'esempio del comandante Scala
 Scala ed i suoi salvano 151 migranti curdi
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Autore  Discussione   

mimc
Forum Admin

Italy
458 Messaggi

Inviato il il 22/06/2003 :  00:28:51  Guarda il profilo di  Visita il Sito di mimc  Rispondi Citando

Il comandante e l'equipaggio del motopeschereccio
avevano soccorso una barca con 151 migranti curdi
Clandestini in difficoltà
Indagati i soccorritori
Inchiesta per favoreggiamento su uno sbarco in Sicilia


RAGUSA - Sono indagati per concorso in favoreggiamento dell'immigrazione clandestina il comandante e i quattro uomini dell'equipaggio del motopeschereccio "Cicho" che nella notte tra domenica e lunedì ha soccorso in acque internazionali un'imbarcazione con a bordo 151 extracomunitari. Il preocuratore della Repubblica di Modica (Ragusa), Domenico Platania, ipotizza il reato nei confronti dei cinque marittimi perché hanno trasportato gli stranieri in Sicilia invece di dirigersi verso Malta, benché l'avvistamento fosse avvenuto in acque internazionali a circa 50 miglia dalle coste meridionali della Sicilia.

Il motopeschereccio, della marineria di Portopalo di Capo Passero (Siracusa), aveva comunicato via radio al comando delle Capitanerie di Porto di aver soccorso i migranti in difficoltà e il capitano del motopesca, Corrado Scala, ha sostenuto di essere stato autorizzato a dirigersi verso Pozzallo (Ragusa), dove gli stranieri, tra i quali 38 donne e bambini, sono stati provvisoriamente ospitati in una palestra comunale. La Procura di Modica acquisirà la trascrizione della conversazione radio. All'operazione di soccorso aveva partecipato anche la motovedetta "Sciuto" della Guardia di Finanza, che aveva preso a bordo tutti gli uomini del gruppo, mentre donne e bambini erano stati imbarcati sul peschereccio.

Il legale dell'equipaggio, l'avvocato Corrado Valvo, ha spiegato: "La notte scorsa il comandante Corrado Scala e i suoi uomini sono stati interrogati dal procuratore di Modica, Domenico Platania, che prima li ha sentiti come testimoni poi ha ritenuto di indagarli. L'interrogatorio si è concluso dopo le 3 della scorsa notte".

Secondo la ricostruzione del comandante Scala, fornita dall'avvocato Valvo, il peschereccio è intervenuto per salvare i 151 clandestini alla deriva, con a bordo anche donne e bambini. La destinazione iniziale era Malta, in quanto più vicina. Ma a La Valletta, rivela il penalista, non è stata data risposta a un fax di autorizzazione e di richiesta di soccorso inviata dalla Capitaneria di porto. Inoltre i clandestini avrebbero attuato una piccola sommossa dopo avere intuito che la loro destinazione non era l' Italia. "C'era anche una donna con un arresto cardiaco a bordo - ricostruisce l'avvocato Valvo - problemi di incolumità, e al comandante da Roma è stato detto di comportarsi come meglio riteneva per la salvezza di tutti, quindi anche di cambiare rotta e dirigersi verso la Sicilia". "Allo stato attuale - aggiunge il penalista - non mi sembra ci siano i presupposti per un'ipotesi di reato, anzi...".

La Procura ha intanto disposto il sequestro del motopeschereccio e l'acquisizione delle registrazioni delle concitate comunicazioni intercorse durante il salvataggio tra il comandante del peschereccio italiano e la centrale operativa di Roma della Capitaneria di Porto. Si è appreso inoltre che il procuratore avrebbe intenzione di interrogare personalmente tutti i clandestini, in qualità di persone informate sui fatti.

(20 agosto 2002)
Fonte: www.repubblica.it



   Discussione   
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Multi Forum Altomesima - © 2002 -2008 Altomesima Online
Questa pagina e' stata aperta in 0,35 secondi. Superdeejay.net | Snitz Forums 2000